Com’è strutturato un trattamento Shiatsu?
Cosa mi devo aspettare?

Avvicinarsi ad un trattamento Shiatsu, per la nostra cultura, può essere ritenuto “strano”. Mai affermazione può ritenersi più sbagliata.

Anzitutto, il trattamento Shiatsu, non è un massaggio. Non avviene attraverso sfregamenti o manipolazioni né, tantomeno, con l’uso di oli od unguenti.

Il trattamento Shiatsu si fa da vestiti (preferibilmente leggeri e di cotone così che la pressione dell’operatore possa essere facilmente avvertita) su di un tatami (un materassino posizionato a terra). Si può effettuare anche al domicilio del ricevente. La posizione può essere supina, prona, seduta, laterale oppure una combinazione delle precedenti. Per situazioni particolari può anche avvenire su di una sedia.

L’operatore Shiatsu, dopo un breve colloquio iniziale farà posizionare il ricevente nella posizione che più lo aggrada.

Il ricevente, dal canto suo, durante il trattamento, può stare indifferentemente con gli occhi chiusi o aperti. L’importante che riesca a rilassarsi e a farsi guidare nel trattamento.

Il trattamento inizia con la valutazione, da parte dell’operatore, di hara (Hara è quel qualcosa che ‘centra’ un individuo e che gli conferisce un equilibrio nella vita. Un equilibrio a tutto campo: sia nell’aspetto propriamente fisico dove Hara corrisponde anche al nostro ‘baricentro’, cioè a quel punto in cui si concentra tutta la massa del nostro corpo, che in tutte le situazioni della vita nelle quali possiamo trovarci, e nelle quali è importante essere centrati perché possano venire affrontate nel modo più appropriato.). L’operatore Shiatsu, durante il trattamento, eseguirà delle pressioni sui meridiani con i pollici, il palmo delle mani, i gomiti o le ginocchia; associate a queste pressioni vi potranno essere rotazioni ed allungamenti funzionali al trattamento. Il ricevente può chiedere in qualunque momento la sospensione del trattamento.

Il trattamento dura, mediamente, tra i 40 e i 50 minuti.

Al termine del trattamento, il ricevente potrà terminare il rilassamento per qualche minuto per poi alzarsi e, se lo desidera, completare con un breve colloquio con l’operatore.

Ipse dixit...

La felicità è come farsi la pipì nei pantaloni; tutti quanti lo possono vedere, ma solo tu puoi sentirne il calore

 

© 2007-2018 Luca Maresca

C.F. MRS LCU 81 P 22 H501D


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie di profilazione e di terze parti da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi